Le guerre dell'Acqua - Il Nilo conteso

7/20/2015

Il Nilo (arabo an-Nīl) è il maggior fiume dell’Africa, primo del globo per lunghezza (6671 km), uno dei maggiori per ampiezza di bacino (2.867.000 km2).

INTRODUZIONE

Cenni GeograficiIl Nilo (arabo an-Nīl) è il maggior fiume dell’Africa, primo del globo per lunghezza (6671 km), uno dei maggiori per ampiezza di bacino (2.867.000 km2).

Il suo corso attraversa territori per lo più aridi e costituisce una risorsa vitale per almeno 160milioni di persone, stanziate rispettivamente in Burundi, Uganda, Ruanda, Repubblica Democratica del Congo, Tanzania, Kenya, Etiopia, Eritrea, Egitto, Sudan e Sud Sudan.

Il Nilo nasce da due tributari principali che si incontrano nella città di Khartoum:

il Nilo Bianco, la cui sorgente si trova nel lago Vittoria, il Nilo Azzurro (che rappresenta l’85% della portata dell’intero fiume) che sorge in Etiopia, nel lago Tana.

Il regime del Nilo dipende dalle piogge stagionali delle regioni subtropicali. Le regolari piogge equatoriali della regione sorgentifera del N. Bianco determinano la portata normale del fiume, mentre le note piene sono causate dal N. Azzurro e dall’Atbara, che apportano anche la massima parte del limo.

Contesto Storico

Negli ultimi centoventi anni le acque del Nilo sono state oggetto e motivo di numerosi conflitti e altrettanti trattati. Di seguito una breve cronistoria:

15 aprile 1891 – Trattato tra Gran Bretagna (che governava sul Sudan) e Italia (sull’ Eritrea). Il governo italiano si impegna a non eseguire sul fiume Atbara nessun lavoro che possa modificare sensibilmente la quantità di acqua che entra nel Nilo.

1902 – Trattato tra Gran Bretagna e Etiopia sulla stessa línea di quello con l’italia del 1891

1906 – Trattato tra Gran Bretagna e Libero Stato del Congo (sotto la sovranità belga) sulla stessa línea di quello con l’italia del 1891

Altri due accordi, il primo tra Italia, Francia e Regno Unito e il secondo tra Regno Unito e Italia di fatto negavano all’Etiopia ogni diritto a utilizzare le acque del Nilo Azzurro, interamente destinate al Sudan e all’ Egitto.

1929 - Lo sfruttamento del Nilo viene nuovamente disciplinato da un trattato stipulato tra Gran Bretagna ed Egitto.

1959 - Egitto e Sudan stipulano una convenzione che ritocca a favore di Khartoum la ripartizione decisa nel 1929.

Volver

0 comentarios

  • Se el primero en comentar.

Deja tu comentario

* Campos obligatorios.
Tu correo electrónico no será publicado.

Comentar